Ho assistito alla presentazione del progetto Little Alienz con molto interesse, sia per l’innovazione nel campo dello screening sia per ciò che riguarda l’aspetto riabilitativo.

Il “gioco interattivo” proposto è un eccellente mix tra il gioco simbolico ed il gioco di ruolo, che favorisce ed incrementa la capacità di astrazione del bambino nonché quella sintattica.

L’idea del supporto telematico sul quale rappresentare il contesto ludico è una risorsa a favore delle famiglie, che avranno a disposizione quindi, anche in ambito domestico, una possibilità “abilitativa” e “riabilitativa” molto valida.